Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina, ai Mercati di Traiano

La mostra presenta reperti in bronzo, oro, giada e terracotta, databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) provenienti da importanti istituzioni cinesi.

Dopo l’esordio a Napoli, in mostra nella suggestiva cornice dei Mercati di Traiano, la storia e la cultura del popolo Shu, originario della Valle dello Yangtze, nel sud-ovest della Cina.

Un percorso nella vita sociale e nel mondo spirituale di questo antico popolo, raccontati attraverso gli oggetti più caratteristici, come le misteriose maschere in bronzo provenienti dagli scavi di Sanxingdui o i singolari bassorilievi su mattone della dinastia Han.

L’esposizione si articola in due sezioni, dedicate l’una alla Cultura religiosa dello stato di Shu, concentrata sul mondo spirituale (culto del Sole), l’altra alla Vita quotidiana  del popolo, di cui ricostruisce gli aspetti più salienti riguardo     al commercio e al fiorente artigianato.

La mostra si avvale di svariate  ricostruzioni digitali, fotografie, video e diversi istallazioni interattive che illustrano sia i più importanti rinvenimenti archeologici che le fasi temporali di questa antica civiltà cinese. Statue e vasi rituali, recipienti in legno laccato, statuette in terracotta ed enigmatiche maschere di bronzo, caratterizzano i tratti distintivi del popolo Shu, dalla sua genesi alla successiva evoluzione degli elementi religiosi e sociali.